Come scelgo la mia pietra?

Questa è la domanda che mi sono sentita fare più spesso, ad oggi, ed è una delle domande più importanti e anche più semplici alle quali posso dare una risposta.

Tuttavia, la mia risposta potrebbe essere differente da quella che potrete ricevere da altre persone o da quello che potrete leggere in un libro, perché è frutto della mia personale esperienza.

Quando mi sono avvicinata a questo mondo bellissimo dei minerali, non avevo internet e nemmeno tante possibilità di imparare e conoscere, a parte la mia libreria esoterica di fiducia. Avevo 16 anni, ed era consuetudine dedicare qualche ora del sabato pomeriggio in questo negozio: spulciavo con lo stesso rigore, ogni settimana, la libreria e l’oggettistica. Leggevo indicazioni, usi, e la quarta di copertina di tutti i nuovi libri arrivati! Lasciare per intero la paghetta, era un’altra consuetudine.

Ero avida di conoscenza, ma mi sentivo come se stessi leggendo qualcosa che già sapevo e conoscevo.

Nella parte centrale, verso l’entrata del negozio, c’era il bancone delle pietre: bellissime, colorate e molto attraenti.

Ovviamente, chiesi: come scelgo la mia pietra?

Mi risposero: “devi avvicinarti con il palmo della mano ai cestini delle diverse pietre e sentire quella che ti attrae di più. Poi prendine in mano diverse, una alla volta. La pietra, nella tua mano, avrà delle reazioni: se rimarrà fredda, mettila da parte, se invece, la mano inizierà a sudare e la pietra si scalderà, quella sarà la pietra per te”.

Non c’è nulla di più vero! Ho provato anche altri metodi, ma i risultati migliori li ho sempre avuto utilizzando questo.

Ma…se la nostra pietra non si trova a “portata di mano”?

Anche questo mi sono chiesta, quando ho iniziato a realizzare gioielli, ma non ho avuto risposta, non subito.

Nel tempo, dopo diverse esperienze con molte persone, sono arrivata immancabilmente allo stesso risultato: chi mi ha chiesto un gioiello per una persona cara, e chi per sé stesso, elencando caratteristiche della persona, debolezze o momenti difficili. Inizialmente provavo a proporre le pietre seguendo esattamente quello che mi veniva richiesto. Spesso, dopo le mie proposte, c’era un lungo silenzio. Successivamente, veniva modificata la richiesta, oppure notavo che la persona spulciava tra le mie creazioni e veniva colpita da pietre molto diverse, per le quali mi chiedeva se potevo fornire loro la descirizione.

Ogni volta, dopo aver letto la descrizione, la persona rimaneva stupita perché quella, esattamente quella, era la pietra di cui aveva bisogno! Eppure mi affidavo ai migliori libri, ai Chakra.. non me lo spiegavo e non era molto gratificante per me.

In realtà avevo sotto agli occhi la risposta, ed era così semplice ed elementare: è il nostro Sé a scegliere.

Possiamo desiderare di intraprendere un percorso spirituale e decidiamo di scegliere la pietra che, sulla carta, sembra perfetta per noi. Ma quello che sentiamo, viene filtrato e condizionato dalla nostra mente che fa delle associazioni. Siamo abituati ad avere un problema e a trovare la soluzione al problema, ma non siamo abituati ad andare alla radice del problema, a comprenderlo e a risolverlo.

Il nostro Sé Superiore è la nostra Anima. E’ la parte più alta e Consapevole del nostro essere, privo di barriere fisiche, psicologiche e mentali. Il nostro Sé Superiore sa esattamente quello di cui abbiamo bisogno e quando ne abbiamo bisogno, ci guida nel nostro viaggio ed è proprio attraverso l’attrazione verso qualcosa, un colore, un animale, un simbolo che ci indica la via o la lezione da imparare. Quando decidiamo di intraprendere un percorso con le pietre (e non solo), dobbiamo essere disposti a staccare la mente e i condizionamenti: dobbiamo abituarci ad Ascoltare e Comunicare con il cuore.

In questo modo noi non cercheremo la pietra, ma lei verrà a noi naturalmente e semplicemente come deve essere: un’attrazione per il colore, la forma, o qualcosa non sappiamo spiegare.

Sarà un’attrazione netta (a meno che in nostro Sé ci faccia capire che abbiamo bisogno di più elementi), anche dietro ad un monitor.

A dimostrazione di questo, mi è anche accaduto di ricevere richieste personalizzate di creazioni con pietre specifiche perché magari “è sempre stato il mio colore preferito” oppure “stava bene con il vestito” ecc.

Queste creazioni mi sono poi state restituite perché “non mi dice niente”, e sostituite con altre completamente differenti che si sono rivelate essere “quello di cui avevo bisogno”.

Con questo vorrei anche affrontare un altro argomento: pietra del segno zodiacale, pietra dell’amore, del lavoro, del mio colore preferito o la mia pietra preferita di sempre.

Noi siamo Anime in evoluzione, in costante movimento: nulla è per sempre e nulla è una costante nella nostra vita. Viviamo periodi molto diversi e i nostri bisogni sono diversi.

La pietra associata al nostro segno zodiacale, potrebbe non rivelarsi buona per noi e per le nostre esperienze; vogliamo una pietra per il lavoro ma non sappiamo scrivere un buon curriculum, o cerchiamo l’amore ma siamo chiusi in casa o ancora, desideriamo qualcosa di non materialmente realizzabile. In tutti questi casi, noi cerchiamo qualcosa secondo un nostro schema mentale.

Noi dobbiamo imparare a lavorare su noi stessi e comprendere davvero quello di cui abbiamo bisogno, che può essere ottenuto facendo un percorso diverso. Chiedendoci, ad esempio: perché ho bisogno di una pietra per il mio segno? Perchè non riesco a trovare un lavoro? perché non riesco a trovare l’amore? Perché non posso realizzare il mio sogno? Probabilmente scopriremo che alla radice di quello che vogliamo, ci sono elementi completamente differenti da cui partire a lavorare, e per farlo, dobbiamo essere in grado di ascoltare il nostro Sé, dobbiamo capire i suoi suggerimenti e seguirli. Solo in questo modo le pietre potranno essere un valido aiuto, ma potranno essere anche uno stimolo a guardarsi dentro, a conoscersi e a risvegliare le nostre capacità e caratteristiche!

Una volta aperta questa Porta, se saprete Ascoltare e Vedere oltre, l’Universo vi parlerà e vi darà segni che non avrete mai potuto immaginare!

Questo è quello che ho imparato da quando realizzo gioielli con le pietre, ed è proprio quello che amo di più: la semplicità del chiedere, e la semplicità nell’ottenere la risposta, senza tramiti, solo noi con la nostra Anima!

 

Written by

Lascia un commento

error: Content is protected !!